SITO UFFICIALE
ASD SF CABRINI 98

Il Pagellone del Pinguellone: Naufragio al Nicolino Usai

Zafferami 5 Forse la farfalla non è tornata bozzolo, ma sicuro si è rotta un’ala.
Marco Barbaria 6.5 Il primo della squadra che capisce il valore della propria pelle e cerca da subito di calmare le acqua. Uomo che gridava nel deserto.
Petacci 6 Non si è ancora accorto che l’olio che si mette ad inizio partita è una crepa totale ed esce per infortunio dopo poco.
Di Martino 7 Pare Nesta ma con più “fimmn” al seguito.
Paolo Barbaria 6.5 Da due giorni gira per Pietralata una sua foto con rispettiva taglia di 20 euro (è pur sempre Pietralata). Ricercato.
Pisegna 6 E’ Andrea Pirlo con meno tecnica e principi di artrite reumatoide. Praticamente Tachtsidis.
Giansante 6.5 Corre tanto, tira calci e poi da anche la mano. E’ il terzo dei fratelli Filippini.
Moaddere 6.5 E’ una locomotiva deragliata. Corre ovunque, anche dove non serve, ma corre talmente tanto che va bene anche così.
Quadrino 6.5 Giocatori così puliti non si vedevano a Roma dai tempi di Guberti. Fa il suo lavoro, anche bene.
Catalano 7 Vede l’acqua e si trasforma in Tania Cagnotto. Si butta giù più lui che le Torri Gemelle. Intelligente.
Ginanni 6.5 Il suo fidanzamento è in crisi e cerca di consolarsi con il numero di cellulare del 3.

Subentrati:
Di Muro 6.5 Inizialmente entra in campo senza sapere cosa dover fare. Poi si mette in proprio, comincia a parlare barese, non fa passare nessuno e a fine partita si ruba anche due motorini.
Faieta 6.5 Entra in campo, fa due dribbling e per tutta risposta prende uno schiaffo. “Il Faieta paura non ne ha”.
Zanolli 6.5 La palestra sta dando i risultati voluti e il suo petto esplosivo intimorisce l’avversario che perde ogni contrasto.