SITO UFFICIALE
ASD SF CABRINI 98

Juniores, dopo il Black Friday arriva il Black(out) Saturday.

Si torna con i piedi per terra e forse era il momento di accorgersene, dopo 3 vittorie consecutive, una complicata settimana di allenamenti frutto di tante assenze era il preludio per una partita complicatissima in casa della potenziale capolista Vis Subiaco.

Complicato che dopo circa 2 minuti di gioco era già diventato praticamente impossibile dopo che De Pascale veniva battuto da un potente e preciso colpo di testa sugli sviluppi del primo calcio d’angolo del match. Il 352 scelto dal binomio Tramontano-Accivile non sembra dar fastidio alla più fisica Vis Subiaco, che oltre ai muscoli mette in gioco anche grinta, cattiveria, ma soprattutto tanta corsa unita a una buona tecnica di tutti e undici gli elementi in campo. Una costruzione della manovra partendo dal basso e semplici geometrie a centrocampo sono state la chiave per il dominio Subiacense che già nel primo tempo, su calcio di rigore, trovava il doppio vantaggio. Cabrini attonita, ma mai doma e vogliosa comunque di dire la sua al cospetto di quella che sembra essere la squadra più attrezzata per arrivare in fondo. Poche occasioni offensive, confuse, che non impensieriscono difesa e portiere di casa. Prima del finire del primo tempo si fa male Morelli, strappo muscolare, a cui auguriamo pronta guarigione e lo aspettiamo presto in campo! Al riposo è 2a0 per i padroni di casa.

Serve una scossa, dentro Davide Tramontano dietro le punte e ritorno alla difesa a 4. Al 5’ ci sarebbe l’occasione per riaprire il discorso risultato, ma prima Tagliaferri e poi Pinto sprecano da buonissima posizione. Il Subiaco non si abbassa e continua ad attaccare grazie ai suoi forti attaccanti esterni e intorno al 20’ chiude i conti con il gol del definitivo 3a0. Sul finire Cataldo avrebbe sul piede la palla per accorciare le distanze, ma non riesce a concludere al volo e l’azione si perde.

Brutta caduta per gli azzurri di Piazza Massa Carrara, ora bisogna subito ripartire e conquistare i 3 punti già Sabato tra le mura amiche contro il Villa Adriana. Per farlo è necessario aumentare i carichi di lavoro, il Subiaco ha avuto troppo spazio per ragionare, per costruire l’azione, limitare questo con il pressing è la prima chiave per tornare a macinare posizioni in classifica e rimanere nei posti più alti della classifica, dove è giusto essere. Avanti. Forza Cabrini!

 

VAI AL TABELLINO DELLA GARA E ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA